RISTRUTTURAZIONI CHIAVI IN MANO

UFFICIO: RECUPERO CREATIVO

Lo spazio, voluto dalla committenza come ampliamento dell’ufficio adiacente, è un’area dalla pianta irregolare, tipica degli edifici d’epoca. Lo sviluppo in lunghezza determina un susseguirsi di aree che si declinano in base alla funzione: entrata dalla strada con angolo di attesa, desk reception, area operativa e sala riunioni.

Quest’ultima è visibile sin dall’entrata grazie ad un’ampia parete in vetro extra-chiaro, che permette alla luce di propagarsi in tutto l’ambiente.

Protagonista indiscusso del progetto di interior è l’OSB, materiale economico e molto resistente, abitualmente utilizzato nei cantieri o per gli imballi e qui riproposto come materiale d’eccezione per tutto l’arredamento. Grazie alla sua composizione in scaglie sovrapposte di varia forma e dimensione, l’effetto è una superficie fortemente materica e vibrante, che rende gli ambienti caldi ed espressivi.

L’elemento architettonico che segna caratterialmente il progetto e in cui l’OSB trova la sua massima espressione è la struttura a tutta altezza dell’ingresso, che funge da libreria bifacciale, postazione di lavoro e portale: attraverso l’ampio spazio tra i ripiani si mantiene una percezione complessiva dell’architettura del luogo. Strisce luminose a led garantiscono l’illuminazione ed enfatizzano i dettagli. L’accostamento tra elementi d’arredo in OSB ed altri di colore nero, come la lampada da terra e i pouf circolari per l’ingresso, creano un contrasto elegante e d’effetto.

Nella sala riunioni di particolare interesse è la parete con mattoni a vista, che sono stati opportunatamente ripuliti e rifugati grazie al paziente lavoro delle maestranze locali che hanno accolto con entusiasmo la volontà progettuale di riportare alla luce gli elementi originali dei setti murari, ulteriormente valorizzati dall’uso sapiente di una striscia a led.

L’OSB conferisce all’ambiente un aspetto contemporaneo e materico, offrendo una valida alternativa al tradizionale arredamento per l’ufficio.